Itinerari di Roma

- percorsi suggeriti ed itinerari turistici a Roma.

Itinerari Roma


Il grande rinascimento, da Piazza Navona a San Pietro

Il grande rinascimento, da Piazza Navona a San Pietro

Si parte da Piazza Navona, una delle più vaste e più scenografiche piazze di Roma barocca. La sua nota dominante è la sontuosa Fontana dei Fiumi, del Bernini, che con l'alta cupola e con gli esili campanili della Chiesa di Sant'Agnese in Agone, invece del Borromini, segna quasi il trionfo dell'arte barocca.
Attraverso la breve Via Agonale si arriva a Piazza Sant'Apollinare, dominata dalla torre belvedere, e quindi, in fondo alla moderna Via Zanardelli, alla Chiesa di Sant'Agostino, dalla facciata rinascimentalee con un celebre affresco di Raffaello, il Profeta Isaia, e una affascinante Madonna del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini o di Loreto.
Uscendo dalla Chiesa di Sant'Agostino, inboccando a sinistra la Via della Scrofa, si trova, a destra, San Luigi dei Francesi, la chiesa nazionale dei Francesi. L’elegante facciata è di Giacomo della Porta, ma soprattutto al suo interno, nella cappella di San Matteo, racchiude, tesoro inestimabile, tre meravigliose tele del Caravaggio. Accanto a San Luigi dei Francesi il Palazzo Madama, sfarzosa residenza dei Medici a Roma e ora sede del senato della Repubblica Italiana.
Poco discosto, il Palazzo della Sapienza, antica sede dell’Università degli Studi, disegno da Michelangelo e con una originalissima cupola concepita dal Borromini.
Tornati a Piazza Navona si osserva la Chiesa di Santa Maria dell'Anima, dalla severa facciata, famosa principalmente per il celebre affresco delle Sibille di Raffaello.
Accanto alla chiesa, un delizioso chiostro dalle linee purissime. tutto luci e ombre, concepito dal Bramante.
Attraverso Via di Parione, di fronte alla Chiesa di Santa Maria della Pace, si arriva a Via del Governo Vecchio, e volgendo a destra, tra austeri palazzi e vecchie case cinquecentesche, si arriva a piazza dell'Orologio.
Costeggiando il Palazzo dei Filippini, si giunge alla Chiesa di Santa Maria in Vallicella con accanto I'Oratorio di San Filippo Neri, dalla caratteristica facciata barocca del Borromini.
Continuando per il Corso Vittorio Emanuele si trova, verso la fine, il Palazzo dell'antichissimo Banco di Santo Spirito, di Antonio da Sangallo il Giovane. Ma soprattutto la scenografia del Castello e del Ponte Sant'Angelo, con le sue statue di angeli e di santi che formano una splendida prospettiva. Attraversato il fiume troviamo a sinistra la larghissima Via della Conciliazione, aperta mediante l'abbattimento di vie tipiche tradizionali, la cui scomparsa ha sollevato acerbe critiche, ma che consente di osservare la Basilica di San Pietro fin da ponte Sant’Angelo, ed amplia enormemente la piazza con il celebre colonnato del Bernini permettendo adunate realmente oceaniche.
Alla fine di Via della Conciliazione si arriva quindi a Piazza San Pietro, trionfo del rinascimento e del barocco, con le opere di Michelangelo, Bernini, e di molti altri grandissimi della storia dell’arte italiana e mondiale.
Poco distante dalla piazza è possibile arrivare ai Musei Vaticani, e visitare le famosissime Stanze di raffaello e la Cappella Sistina.

Dal Gianicolo a Castel Sant'Angelo

Dal Gianicolo a Castel Sant'Angelo

Dal Gianicolo, punto di partenza del nostro itinerario, dopo aver gustato la splendida vista panoramica sul centro di Roma, si prosegue per la "Via Passeggiata del Gianicolo".
Alla fine della via voltando a sinistra per Borgo Santo Spirito, si arriva alla Città del Vaticano.
Qui si potrà trascorrere un bel pomeriggio visitando la Basilica di San Pietro e la Cupola con vista panoramica sulla città.
Il nostro percorso prosegue con la visita ai Musei Vaticani che ospitano la celebre Cappella Sistina di Michelangelo impreziosita dal Giudizio Universale, le Sale dipinte da Raffaello Sanzio e una ricchissima collezione di opere d’arte.
Riprendendo il nostro itinerario e proseguendo per Via della Conciliazione, si arriva a Castel Sant’Angelo collegato alla città di Roma da Ponte Sant’Angelo dove si potranno visitare tutti gli ambienti della fortezza.

Le quattro basiliche

Le 4 basiliche

Dall'anno 1300, per opera di papa Bonifacio VIII, iniziò la celebrazione del "Giubileo" a Roma, chiamato anche "Anno Santo".
Durante questo periodo è possibile lucrare l'indulgenza plenaria visitando almeno una delle 4 grandi basiliche romane.
Inizialmente il Giubileo si teneva ogni 100 anni. Ora si tiene ogni 25 anni. Allo stesso modo inizialmente per lucrare l'indulgenza plenaria era necessario visitare tutte e quattro le grandi basiliche, e cioè: San Giovanni in Laterano, la madre di tutte le chiese nel mondo, Santa Maria Maggiore, eretta nel 352 dopo l'apparizione della Madonna, la Basilica di San Pietro, la chiesa più grande della cristianità, e San Paolo fuori le mura, consacrata nel 324 e purtroppo distrutta dal fuoco nel 1823, per essere poi ricostruita sulle stesse fondamenta e consacrata nel 1854 da Papa Pio IX.

Le aree di Roma

Scegli online Alberghi ed Hotel a Roma
con il nostro sistema di prenotazione online.
È facile, sicuro e veloce!
Approfondimenti
Ulteriori risorse Web
Chi Siamo | Servizio Informazioni | Mappa del Sito | Privacy Policy